giovedì, 30 Maggio , 24

A Ostia parte la stagione balneare (non domani che piove)

MondoA Ostia parte la stagione balneare (non domani che piove)

ROMA – “Oggi firmiamo l’ordinanza e domani parte la stagione balneare”. Stando alle previsioni meteo la giornata della festa dei lavoratori sarà funestata da piogge e temporali, lasciando zero speranze agli appassionati della tintarella, intanto però il sindaco di Roma Roberto Gualtieri, nelle ultime ore di sole e temperature quasi estive, ha voluto vedere con i propri occhi come i mezzi dell’Ama stanno ripulendo le spiagge libere di Ostia dal cosiddetto littering (mozziconi di sigarette, piccoli pezzi di plastica etc.)
Da quest’anno, infatti, la municipalizzata capitolina dei rifiuti si occuperà anche della pulizia degli arenili ‘totalmente pubblici’ e il primo cittadino della Capitale, accompagnato dagli assessori Sabrina Alfonsi (Ambiente) e Tobia Zevi (Patrimonio), dal presidente del Municipio X, Mario Falconi, dal presidente e dal dg di Ama, Daniele Pace e Alessandro Filippi, ha potuto vedere all’opera sia le macchine che rimuovono i piccoli rifiuti dalla spiaggia (attraverso un macchinario dotato di vagliatore) sia quelle che la livellano.

“È un cambio di passo, non solo perché si apre la nuova stagione balneare ma perché si apre una nuova fase in cui Roma si occupa con maggiore impegno del suo straordinario mare- ha detto Gualtieri- Tra le nuove attività quest’anno c’è l’affidamento ad Ama della pulizia delle spiagge libere del litorale con mezzi che consentono di livellare e pulire l’arenile per bene e con regolarità. Ci saranno due interventi a settimana su circa 20 km di litorale, cioè le spiagge libere e le aree si Capocotta e Castelporziano. Ama è un grande operatore ambientale che può avere al tempo stesso qualità e quantità”.
Insieme alla pulizia delle spiagge c’è il “Piano mare con cui Ama potenzia i suoi interventi sul lungomare di Ostia per la raccolta rifiuti delle utenze non domestiche, sulle stazioni della Roma-Lido e con una maggiore presenza per avere litorale e arenili puliti e accoglienti”.

Dopo il recente incendio allo stabilimento La Casetta “siamo qui anche per ribadire che siamo attenti, andiamo avanti sulla strada della qualità dei servizi, della cura del nostro meraviglioso mare, della legalità, della trasparenza- ha sottolineato Gualtieri-. Quindi si va avanti con i bandi per le concessioni balneari e con quello dell’affidamento dei chioschi. Il mare di Roma è una grande risorsa e invece per troppo tempo è stata considerato una cosa locale e invece deve essere una priorità di tutta la città. Molte persone non sanno che Roma è una città di mare, che sta sul mare. Ora finalmente la Capitale può voltare pagina e intraprendere un percorso di riqualificazione e rilancio di una sua delle sue meraviglie più belle troppo poco valorizzata e lasciata a se stessa”.

Invece adesso “anche attraverso i fondi europei e il pua puntiamo a un salto di qualità nella riqualificazione del nostro mare, con un’attrattivita’ molto grande anche perché il mare di Roma è pulito ed è un gioiello”, spiega ancora il sindaco.
Sulle spiagge libere di Ostia “non ci saranno chioschi, mentre a Castel Porziano c’è un project financing in corso che consente la continuità e quindi c’è somministrazione e cura. È un record. Per troppo tempo si è pensato che non si poteva cambiare nulla altrimenti non partiva la stagione- ha concluso Gualtieri- e invece abbiamo dimostrato che si può cambiare e rispettare le scadenze”.

L’articolo A Ostia parte la stagione balneare (non domani che piove) proviene da Agenzia Dire.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles