martedì, 5 Marzo , 24

Ue, cosa prevede l’accordo in trilogo sul regolamento imballaggi

Accolte eccezioni su obiettivi riuso, restano divieti plastica monouso Bruxelles,...

Calcio, Sarri: “Niente è impossibile, serve coraggio”

Domani Bayern-Lazio, ritorno degli ottavi di Champions Roma, 4 mar....

Regolamento sugli imballaggi, c’è l’accordo tra le istituzioni Ue

Concluso il negoziato iniziato stamattina, a breve i dettagli Bruxelles,...

Parlamento al voto su Italia in Mar Rosso e a Gaza, opposizione divisa

In commissione alla Camera opposizioni in ordine sparso:Pd a...

Al via progetto Horizon su sinergie organismi suolo e ecosistema

AttualitàAl via progetto Horizon su sinergie organismi suolo e ecosistema

Progetto internazionale con il Crea tra i partner

Roma, 13 feb. (askanews) – Un progetto quinquennale sulle sinergie tra gli organismi del suolo e i servizi ecosistemici per prevenire il degrado del suolo, migliorarne la salute e sfruttare le possibilità offerta dalla sua biodiversità che gioca un ruolo fondamentale, ancora tutto da studiare. Questo è l’obiettivo del progetto “HORIZION BIOservicES – Linking soil biodiversity and ecosystem functions and services in different land uses (Collegare la biodiversità del suolo con le funzioni e i servizi ecosistemici nei diversi usi del suolo)” appena avviato, che vede il Crea, con i suoi centri di Agricoltura e Ambiente e di Genomica e Bioinformatica, fra i partner.

Si tratta da un lato di identificare i fattori determinanti responsabili dell’incremento o della diminuzione della biodiversità dei suoli (e, conseguentemente, della sua resilienza ai cambiamenti climatici); dall’altro di individuare nuovi indicatori e sistemi di monitoraggio per migliorarne la gestione. Contestualmente, verrà valutato anche il corrispettivo valore economico dei servizi ecosistemici forniti dalla biodiversità.

25 i siti sperimentali dislocati in rappresentanza delle maggiori aree pedoclimatiche europee (regioni alpine in Svizzera, regioni atlantiche e mediterranee in Spagna, regioni continentali in Germania e regioni boreali in Lettonia) e con condizioni differenti di salute del suolo (bassa, media ed elevata), a seconda delle differenti pratiche di gestione adottate, verranno monitorati per ottenere dati ambientali, sociali ed economici e sulla biodiversità del suolo.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles