lunedì, 22 Aprile , 24

Premio Guido Carli, il 10 maggio a Roma festa eccellenza italiana

Evento straordinario all’Auditorium Parco della Musica per 15 anni...

Media cinesi: disegno legge Usa su TikTok è segno di “sinofobia”

Reazioni sulla stampa, ByteDance reagirà nei tribunali Roma, 22 apr....

Basilicata, bocche cucite ai comitati elettorali in attesa risultati

Bardi arrivato al comitato, Marrese a Montalbano Jonico, Follia...

Mattarella: urgente completare il progetto Ue, con i Balcani, l’Ucraina, Moldova e Georgia

Il presidente alla cerimonia per 20esimo anniversario dell’adesione della...

Arresti domiciliari per Salvatore Baiardo, Cassazione dice sì

Dall'Italia e dal MondoArresti domiciliari per Salvatore Baiardo, Cassazione dice sì

(Adnkronos) –
Arresti domiciliari per Salvatore Baiardo. La Corte di Cassazione ha accolto il ricorso della procura di Firenze dopo il no del gip. Baiardo è accusato di calunnia nei confronti del giornalista Massimo Giletti mentre per la stessa imputazione nei confronti di Giancarlo Ricca, sindaco di Cerasa, la Suprema Corte ha annullato con rinvio l’ordinanza per un nuovo giudizio. I supremi giudici hanno accolto il ricorso della procura relativamente al punto dell’aggravante dell’agevolazione mafiosa. 

La vicenda giudiziaria è legata anche al caso della presunta fotografia – di cui Baiardo aveva parlato al giornalista Massimo Giletti, salvo smentire poi la circostanza davanti ai magistrati – che ritrarrebbe insieme il boss Giuseppe Graviano, Silvio Berlusconi e il generale dei carabinieri Francesco Delfino. Baiardo è indagato dalla Procura fiorentina per calunnia ai danni di Giletti, ex conduttore di ‘Non è l’arena’ su La7, per averlo accusato di aver reso false dichiarazioni al pubblico ministero riguardo all’esistenza della presunta foto, e per favoreggiamento nei confronti di Berlusconi e di Marcello Dell’Utri.  

L’indagine su Baiardo nasce nell’ambito dell’inchiesta della procura di Firenze sui presunti mandanti esterni per le stragi mafiose del 1993 a Firenze, Roma e Milano, condotta dai procuratori aggiunti Luca Tescaroli e Luca Turco. 

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles