giovedì, 30 Maggio , 24

Ucraina, ok di Biden: Kiev può colpire Russia con armi Usa

(Adnkronos) - Joe Biden e gli Stati Uniti...

Meloni: “De Luca? Bullo, mi sono difesa: lo rifarei cento volte”

(Adnkronos) - La presidente del consiglio Giorgia Meloni...

SuperEnalotto, numeri combinazione vincente oggi 30 maggio

(Adnkronos) - Nessun '6' né '5+1' all'estrazione del...

Marcell Jacobs, quarto nei 100 metri in 10.03 al meeting di Oslo

(Adnkronos) - Il campione olimpico Marcell Jacobs ha...

Ascolto, futuro, clima: la Biennale Architettura di Carlo Ratti

video newsAscolto, futuro, clima: la Biennale Architettura di Carlo Ratti

Presentata a Venezia “intelligens”, il curatore ce la racconta

Venezia, 8 mag. (askanews) – Una Biennale Architettura dedicata a tutte le discipline che ruotano intorno allo “spazio costruito”, per raccontare le molte facce dell’ambiente urbano e indagare su come si possa evolvere verso il futuro. È questa la visione da cui parte la 19esima Mostra internazionale di Architettura, presentata a Venezia, curata da Carlo Ratti e intitolata, in una crasi tra italiano, inglese e latino, “Intelligens”. Ma qual è l’idea di architettura che informa la Biennale 2025? “Direi un’idea di architettura partecipata – ha detto Ratti ad askanews -, un’idea di architettura che mette insieme Top Down e Bottom Up.Con anche una grande parte di ascolto, che sarà quella di questa parte molto innovativa della Biennale legata a una open call. Chiunque può mandare idee o progetti che noi valuteremo”.Intelligenza dunque, parola filosofica, affascinante, ma anche molto legata allo spazio-tempo della contemporaneità e ai nostri dilemmi tecnologici e sociali. “Oggi tutti pensano intelligenza o intelligens al punto di vista di AI, intelligenza artificiale – ha aggiunto il curatore -. No, noi pensiamo che proprio l’intelligenza più profonda è parte dell’architettura della natura. E come se avessimo dovuto usare un altro titolo, forse avremmo usato Natural Intelligens: l’ordine non è casuale: naturale, artificiale e collettiva”.La Biennale del 2025 arriva dopo una striscia di tre edizioni tutte fortemente connotate da istanze sociali e dalla ricerca di un nuovo desiderio di architettura, oltre che di apertura al mondo altro dall’occidente. Pur nella sensazione di un ritorno alla disciplina e al ragionamento più astratto, il progetto di Intelligens si focalizza anche sul tema dei temi, che in qualche modo assorbe tutte le altre questioni: la crisi climatica. “Io credo che ogni Biennale – ha detto ancora l’architetto – deve prendere un tema, un tema rilevante e sviscerarlo a fondo. Gli ultimi temi sono stati molto importanti, oggi in questo caso la nostra scelta è ricaduta sull’intelligenza. E l’intelligenza, per rispondere a una crisi climatica che sembra accelerare molto più di quanto pensassimo solo uno o due anni fa, è la cosa su cui punteremmo nel 2025”.Con un occhio di riguardo alle possibili soluzioni che l’architettura può proporre e al contributo che noi tutti siamo chiamati a dare. “Gens come persone – ha concluso Carlo Ratti – vuol dire lavorare insieme per risolvere l’oggi”.La Biennale Architettura 2025 si terrà a Venezia dal 10 maggio al 23 novembre e, complice la chiusura del Padiglione Centrale ai Giardini per lavori di restauro, sarà anche molto diffusa nella città.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles