giovedì, 18 Aprile , 24

Kuleba: più difesa aerea all’Ucraina senza indugi

Parla il ministro degli esteri ucraino a Capri per...

Draghi scalda atmosfera a Consiglio Ue (e soprattutto in Italia)

Pieno sostegno da Calenda, Salvini stronca governo ex banchiere Bruxelles,...

Navy Caiman Race 2024, una corsa epica sulle coste di Portovenere

L’emozione e l’avventura tornano a prendere vita sulle incantevoli...

Gli occhi delle donne dal carcere: la Santa Sede in Biennale

Alla casa circondariale in Giudecca il progetto Con i...

Bagnoli, Manfredi: obiettivo è concludere bonifica entro 2030

video newsBagnoli, Manfredi: obiettivo è concludere bonifica entro 2030

“Disponibilità governo a garantire finanziamenti necessari”

Milano, 8 feb. (askanews) – L’obiettivo è concludere “entro il 2030″ la bonifica di Bagnoli, sia per la parte a terra che per quella marina. Lo ha spiegato il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, dopo la riunione a Palazzo Chigi della cabina di regia con il ministro per il Sud e la Coesione Raffaele Fitto e la vice ministra all’Ambiente Vannia Gava, collegata.”E’ stato – ha spiegato Manfredi, commissario straordinario della bonifica – un incontro molto positivo. La cabina di regia ha preso atto di tutti gli avanzamenti dal punto di vista tecnico e delle attività su Bagnoli. Il Ministero dell’Ambiente ha dichiarato che la riformulazione dei fondi già disponibili era stata completata e questo ci consentirà nelle prossime settimane di consegnare i cantieri per completare le bonifiche a terra. Si è anche discusso delle bonifiche a mare, sulla necessità di nuovi finanziamenti e di una valutazione tecnico-economica sulla riduzione della colmata. E’ stato dato mandato a Invitalia di fare una valutazione tecnica di questo tema e c’è stata disponibilità da parte del ministro di poter proseguire nel finanziamento di Bagnoli per fare in modo che le attività di bonifica non si fermino”. Per la bonifica, complessivamente, servono 1,4 miliardi, “in varie fasi temporarali. Il ministro ha chiesto a Invitalia di preparare le schede tecniche dettagliate per tutte le necessità di finanziamento e ha dato disponibilità a finanziare ulteriori risorse”. Previste anche “clausole sociali” per impiegare nei cantieri lavoratori del territorio.Dopo 32 anni, ha concluso Manfredi, “finalmente abbiamo un approccio organico: abbiamo i progetti, una valutazione tecnica approfondita, la valutazione da parte di tutti i soggetti e una forte volontà di veder realizzato quella che ormai è diventata quasi una chimera. Sono molto fiducioso, adesso è il momento per ottenere – per gli abitanti di quel cantiere, per i napoletani e per tutti gli italiani – che questo territorio straordinario possa ritornare nella disponibilità dei cittadini”.0’7

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles