giovedì, 18 Aprile , 24

Kuleba: più difesa aerea all’Ucraina senza indugi

Parla il ministro degli esteri ucraino a Capri per...

Draghi scalda atmosfera a Consiglio Ue (e soprattutto in Italia)

Pieno sostegno da Calenda, Salvini stronca governo ex banchiere Bruxelles,...

Navy Caiman Race 2024, una corsa epica sulle coste di Portovenere

L’emozione e l’avventura tornano a prendere vita sulle incantevoli...

Gli occhi delle donne dal carcere: la Santa Sede in Biennale

Alla casa circondariale in Giudecca il progetto Con i...

Cefalonia, Crosetto: pure in guerra vanno rispettate regole umanità

video newsCefalonia, Crosetto: pure in guerra vanno rispettate regole umanità

Ottanta anni fa l’eccidio di migliaia di militari italiani

Milano, 14 ott. (askanews) – Ottanta anni fa a Cefalonia si compiva l’eccidio di migliaia di militari italiani. In occasione dell’anniversario, il Ministro della Difesa, Guido Crosetto, l’Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, il Segretario Generale del Ministero della Difesa Nazionale greco, Antonios P. Oikonomou, hanno commemorato il ricordo dei militari italiani della Divisione Aqui che morirono nei combattimenti con le truppe tedesche e uccisi nelle esecuzioni sommarie perpetrate dai tedeschi dopo la resa. “Non serve onorare se ciò non ci consente di imparare e capire come agire oggi. Il ricordo ci insegna che anche nella guerra si devono rispettare regole di umanità”. Così il Ministro della Difesa Guido Crosetto, nel suo intervento presso il Monumento ai Caduti Italiani. “Si rende veramente onore ai Caduti quando si impara dal loro esempio. Oggi da questo luogo di dolore la storia ci insegna che ci sono ferite che possono essere rimarginate, fratture che possono essere ricomposte”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles