giovedì, 30 Maggio , 24

Ternana-Bari, Figc apre indagine: flusso anomalo scommesse dopo espulsione Bellomo

(Adnkronos) - La procura federale della Figc apre...

Roland Garros, Djokovic avanza al 3° turno

(Adnkronos) - Novak Djokovic avanza al terzo turno...

Sport, Peraboni (Ieg): “Tanta innovazione al Rimini Wellness 2024”

(Adnkronos) - “Quest'anno abbiamo una forte iniezione...

Consorzio Clementine Igp Calabria si promuove al Macfrut

AttualitàConsorzio Clementine Igp Calabria si promuove al Macfrut

Produzione 2023 in crescita, conferma trend positivo ultimi anni
Roma, 7 mag. (askanews) – Promozione internazionale e la partecipazione a un convegno per fare conoscere una eccellenza e il marchio a denominazione. Il Consorzio Clementine di Calabria IGP, parteciperà con i propri vertici a Macfrut 2024, l’evento internazionale dedicato alla filiera dell’ortofrutta in programma a Rimini da mercoledì 8 maggio a venerdì 10 maggio.
“Il Consorzio – afferma il direttore Giovanni Mastrangelo nell’annunciare la partecipazione a Macfrut – rappresenta oggi un fondamentale strumento di tutela, vigilanza e promozione della Clementina di Calabria. Una garanzia per consumatore, ma anche per il produttore che riceve supporto e assistenza in tutte le sue fasi produttive”.
L’8 maggio il presidente del Consorzio Giorgio Salimbeni sarà anche tra gli ospiti del convegno organizzato da Confagricoltura “Indicazioni geografiche: novità, sfide e opportunità del nuovo regolamento”. L’attenzione si concentrerà sull’analisi delle indicazioni geografiche, un aspetto significativo per la valorizzazione e la protezione dei prodotti agroalimentari di eccellenza.
Nel frattempo, il Consorzio di Tutela delle Clementine di Calabria IGP sta valutando la stagione di produzione 2023; nonostante un ritardo nella produzione di circa 10-20 giorni, i dati annuali della produzione certificata sono in linea con quelli dell’anno precedente, segnalando una chiusura in crescita della campagna 2023-2024 e confermando un trend positivo degli ultimi anni.
Attualmente, il Consorzio conta circa 150 soci e gestisce oltre 980 ettari distribuiti in quattro aree produttive principali. La produzione supera i 100.000 quintali di prodotto certificato, ma con un potenziale di oltre 2,5 milioni di quintali. Recentemente, è stato approvato un nuovo disciplinare di produzione, finalizzato a migliorare la qualità e la diffusione del prodotto, con l’introduzione di parametri qualitativi specifici e l’aggiornamento delle tecniche di coltivazione.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles