mercoledì, 24 Aprile , 24

Venezia, da domani scatta il ticket: si pagano 5 euro per entrare

VENEZIA – “Sappiamo che il mondo ci guarda”. L’assessore...

25 aprile, Tajani: sia festa pace, insieme bandiere palestinesi e israeliane

“Ingiusto non volere la brigata ebraica nelle manifestazioni” Roma, 24...

Suinicoltori nord Italia incontrano comm. Straordinario a Psa

Evento organizzato da Confagricoltura Roma, 24 apr. (askanews) – Un...

Ag. per la cybersicurezza: attacchi informatici in aumento in Italia ed Europa

Frattasi ha presentato la Relazione annuale al Parlamento Roma, 24...

Da Consiglio Ue via libera a maggiore tutela per le Ig

AttualitàDa Consiglio Ue via libera a maggiore tutela per le Ig

Riconosciuto un ruolo rafforzato per i gruppi di produttori

Roma, 26 mar. (askanews) – Via libera del Consiglio Europeo a una maggiore tutela per le Indicazione geografiche. Il Consiglio oggi ha adottato formalmente un regolamento che migliora la protezione delle indicazioni geografiche (IG) e di altri regimi di qualità per vino, bevande spiritose e prodotti agricoli, sia online che offline, semplificando al tempo stesso la procedura di registrazione delle IG.

Il regolamento sarà ora firmato e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Ue. Entrerà in vigore il ventesimo giorno successivo alla sua pubblicazione.

Tra i miglioramenti al sistema IG esistente viene riconosciuto un ruolo rafforzato per i gruppi di produttori concedendo loro il potere e le responsabilità di gestire le proprie IG, compresa la rappresentanza dei propri membri nelle reti di tutela della proprietà intellettuale.

Ancora, si dà la possibilità agli Stati membri di designare i gruppi di produttori come “gruppi di produttori riconosciuti” con diritti esclusivi da esercitare per conto di tutti i produttori del prodotto designato da un’IG. Si riafferma il ruolo della Commissione nell’esame delle domande di registrazione dei prodotti come IG.

La maggiore tutela delle indicazioni geografiche riguarderà anche l’online, nei nomi a dominio che contengono indicazioni geografiche, tramite geoblocking; l’Ufficio dell’UE per la proprietà intellettuale (EUIPO) è stato incaricato di istituire un sistema di informazione e allerta sui nomi di dominio a maggiore protezione delle IG quando un ingrediente a denominazione è utilizzato nella denominazione di un alimento trasformato correlato. In questi casi dovrà essere comunicata alle associazioni di produttori riconosciute e dovrà essere indicata la percentuale dell’ingrediente.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles