martedì, 17 Maggio, 2022

De Vita (ortopedico): “Dalla protesi inversa alla spalla risultati sul piano curativo e riabilitativo”

Ultime Notizie

Torna in tv Giulio Basoccu: quarta stagione per il «Re del bisturi»

Da stasera su Real Time il chirurgo estetico dei vip torna a raccontare le storie dei suoi pazienti: "Non curiamo solo il fisico, ma...

Brave and Beautiful, quante puntate e quando finisce?

Brave and Beautiful quante puntate sono e quando finisce in Italia? La soap turca nel nostro Paese ha conquistato un gran numero di fans,...

Madre e 2 figlie (e un gatto) ucraine vagano in lacrime in centro: soccorse

La donna e le bambine, insieme con il trasportino, trovate disperate nella notte di lunedì a piazza Venezia da una pattuglia di carabinieri. I...

La storia di Carla: “Ero un poliziotto, ora faccio l’attrice”

ROMA – Carla Baffi è nata a Roma 57 anni fa come Enzo Giagoni, un ex poliziotto con trent'anni di servizio alle spalle e...

Mara Venier, festa in prima serata per Domenica In: ecco quando in tv

Segnate in agenda la giornata di venerdì 27 maggio 2022 perché ci sarà una grande festa in prima serata per Domenica In: l'annuncio di...

Roberto Gualtieri a Radio Capital: “Basta romanelle, ora cambiamo sul serio”

Il sindaco ospite di The Breakfast Club parla su incerenitore, cinghiali, buche, spazzatura e monopattini continua a leggere sul sito di riferimento

“Grazie alla recente introduzione della protesi inversa nella chirurgia della spalla stiamo registrando importanti miglioramenti, sia in termini curativi che in termini riabilitativi, rispetto alla chirurgia protesica tradizionale”. Queste le parole di Daniele De Vita, specialista ortopedico e traumatologo, tra i primi a praticare la protesi inversa nella chirurgia della spalla.

“Questa soluzione offre un vantaggio biomeccanico fondamentale grazie al quale la spalla torna a muoversi con il supporto dei muscoli deltoidi. Un risultato ottenuto – prosegue De Vita – invertendo la normale anatomia della spalla nel rapporto tra glena e testa dell’omero, semplicemente sostituendo le due geometrie naturali”.

“Si tratta di una soluzione ideale nei casi di artrosi della spalla in pazienti anziani con lesioni importanti della cuffia dei rotatori. Dal punto di vista riabilitativo bastano un paio di settimane di tutore a scopo antalgico, poi inizia un percorso riabilitativo che dura in media tre mesi. Anche se non esiste un tempo standard – conclude De Vita – e spesso i primi risultati si vedono dopo qualche settimana”.

Ultime Notizie

Torna in tv Giulio Basoccu: quarta stagione per il «Re del bisturi»

Da stasera su Real Time il chirurgo estetico dei vip torna a raccontare le storie dei suoi pazienti: "Non curiamo solo il fisico, ma...

Brave and Beautiful, quante puntate e quando finisce?

Brave and Beautiful quante puntate sono e quando finisce in Italia? La soap turca nel nostro Paese ha conquistato un gran numero di fans,...

Madre e 2 figlie (e un gatto) ucraine vagano in lacrime in centro: soccorse

La donna e le bambine, insieme con il trasportino, trovate disperate nella notte di lunedì a piazza Venezia da una pattuglia di carabinieri. I...

La storia di Carla: “Ero un poliziotto, ora faccio l’attrice”

ROMA – Carla Baffi è nata a Roma 57 anni fa come Enzo Giagoni, un ex poliziotto con trent'anni di servizio alle spalle e...

Mara Venier, festa in prima serata per Domenica In: ecco quando in tv

Segnate in agenda la giornata di venerdì 27 maggio 2022 perché ci sarà una grande festa in prima serata per Domenica In: l'annuncio di...