lunedì, Settembre 26, 2022

De Vita (ortopedico): “Dalla protesi inversa alla spalla risultati sul piano curativo e riabilitativo”

Ultime Notizie

Renato Schifani è il nuovo governatore della Sicilia

PALERMO – “Questa è una vittoria di tutto il centrodestra: anche i partiti regionali raggiungeranno la soglia del 5% e contribuiranno a sostenere il...

Il Pd cresce a Roma tra i malumori. Eletti Zingaretti, Mancini e Di Biase

ROMA – La sconfitta è stata di quelle potenti. Al punto da rimettere in discussione la natura stessa del partito (attraverso un congresso) e...

+Europa chiede il riconteggio: “Ci mancano 15 mila voti

ROMA – Più Europa non ha raggiunto il 3% ed è fuori dal prossimo Parlamento per “circa 15 mila voti, lo 0,05%. Una sorta...

Giorgia Meloni al Governo, Calderoli e Tajani al Senato e alla Camera

ROMA – Con i risultati definitivi sul voto degli italiani non c’è dubbio alcuno: Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ha vinto le elezioni...

Elezioni, Nardella: “Per buttare giù il Pd a Firenze servono mille Meloni”

“Per buttare giù il Pd a Firenze ci vogliono mille Meloni, mille Calenda e mille Conte”. Qui “non lo butta giù nessuno perché siamo...

Elezioni, Giani: “In Toscana centrosinistra è ancora maggioranza”

FIRENZE – L’esito delle elezioni Politiche non lascerà strascichi in Regione Toscana. L’azione di governo del centrosinistra proseguirà in maniera stabile. A esserne convinto...

“Grazie alla recente introduzione della protesi inversa nella chirurgia della spalla stiamo registrando importanti miglioramenti, sia in termini curativi che in termini riabilitativi, rispetto alla chirurgia protesica tradizionale”. Queste le parole di Daniele De Vita, specialista ortopedico e traumatologo, tra i primi a praticare la protesi inversa nella chirurgia della spalla.

“Questa soluzione offre un vantaggio biomeccanico fondamentale grazie al quale la spalla torna a muoversi con il supporto dei muscoli deltoidi. Un risultato ottenuto – prosegue De Vita – invertendo la normale anatomia della spalla nel rapporto tra glena e testa dell’omero, semplicemente sostituendo le due geometrie naturali”.

“Si tratta di una soluzione ideale nei casi di artrosi della spalla in pazienti anziani con lesioni importanti della cuffia dei rotatori. Dal punto di vista riabilitativo bastano un paio di settimane di tutore a scopo antalgico, poi inizia un percorso riabilitativo che dura in media tre mesi. Anche se non esiste un tempo standard – conclude De Vita – e spesso i primi risultati si vedono dopo qualche settimana”.

Ultime Notizie

Renato Schifani è il nuovo governatore della Sicilia

PALERMO – “Questa è una vittoria di tutto il centrodestra: anche i partiti regionali raggiungeranno la soglia del 5% e contribuiranno a sostenere il...

Il Pd cresce a Roma tra i malumori. Eletti Zingaretti, Mancini e Di Biase

ROMA – La sconfitta è stata di quelle potenti. Al punto da rimettere in discussione la natura stessa del partito (attraverso un congresso) e...

+Europa chiede il riconteggio: “Ci mancano 15 mila voti

ROMA – Più Europa non ha raggiunto il 3% ed è fuori dal prossimo Parlamento per “circa 15 mila voti, lo 0,05%. Una sorta...

Giorgia Meloni al Governo, Calderoli e Tajani al Senato e alla Camera

ROMA – Con i risultati definitivi sul voto degli italiani non c’è dubbio alcuno: Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ha vinto le elezioni...

Elezioni, Nardella: “Per buttare giù il Pd a Firenze servono mille Meloni”

“Per buttare giù il Pd a Firenze ci vogliono mille Meloni, mille Calenda e mille Conte”. Qui “non lo butta giù nessuno perché siamo...