martedì, 5 Dicembre , 23

Salario minimo, le opposizioni pronte alla battaglia (con un emendamento unitario)

Per chiedere nell’aula della Camera il ripristino della pdl...

Sicilia, Schifani incontra neoassunti: amministrazione più efficiente

“Non ci fermiamo qui, serve ricambio generazionale” Palermo , 5...

Dal Fooi un manifesto per rilanciare l’olio extravergine d’oliva

Comunicazione, tavolo permanente, stop al sottocosto, dialogo Roma, 5 dic....

Arriva il super zucchino bolognese, resistente e saporito

Dal progetto Zucchin-Bo del Consorzio Sativa e Ri.Nova Roma, 5...

Food, Sirelli a presentazione ‘#CallipoMuchLove’: “Mie opere nascono con pezzi di recupero”

Dall'Italia e dal MondoFood, Sirelli a presentazione ‘#CallipoMuchLove’: “Mie opere nascono con pezzi di recupero”

(Adnkronos) – “Le mie opere nascono con pezzi di recupero, mi piace pensare che sono pezzi di vita. Aver prestato tutto il mio mondo visivo a Callipo per una collezione così importante è una grande emozione”. Lo ha detto Massimo Sirelli, l’artista che ha curato la parte visiva delle decorazioni delle confezioni regalo per il progetto di Callipo, ‘#CallipoMuchLove: Ricordi d’Estate, per le idee regalo di Natale’ lanciato mercoledì 15 novembre nello store della nota azienda ittica calabrese di via Cola Di Rienzo a Roma. 

Dall’arte creativa di Sirelli nasce il protagonista di questa innovativa e colorata iniziativa: un robottino sorridente che rivive felici ricordi d’estate nelle nuove storie di mare, che richiamano la tradizione della pesca, la famiglia, l’amore e l’allegria. “Questa collaborazione mi riempie d’orgoglio – ha rimarcato il maestro – perché i robot rappresentano il mio vissuto. Ho scavato nei miei ricordi d’infanzia, nelle mie vacanze estive. Da quei ricordi ho tratto delle immagini: le vacanze viste con gli occhi di un robot bambino”. 

Il confezionamento delle idee regalo è stato affidato ad un gruppo di detenuti del penitenziario di Vibo Valentia nell’ambito di un progetto di inclusione sociale, formazione e lavoro che Callipo porta avanti dal 2016. Sirelli, poi, ha concluso raccontando l’ispirazione da cui attinge per creare le sue opere d’arte: “Le cose che ci lasciamo durante la nostra quotidianità sono intrinseche di storia e di racconti: assemblarle fa sì che gli oggetti continuino a vivere insieme alle loro storie e a quelle delle persone che le hanno possedute”. 

 

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles