venerdì, 12 Aprile , 24

Abruzzo, prima riunione Giunta, Marsilio: fiducioso sul lavoro

“Confronto e condivisione sulle sfide che ci attendono” Roma, 12...

Sicilia, Schifani: Moody’s alza il rating della Regione

“Premiato percorso di risanamento dei conti” Roma, 12 apr. (askanews)...

Marsilio: Abruzzo destinazione d’eccellenza del grande ciclismo

Concluso il Giro d’Abruzzo Roma, 12 apr. (askanews) – “L’Abruzzo...

Brescianini: grande onore il Wine ministerial meeting in Franciacorta

A Vinitaly 42 Cantine franciacortine, 27 con il Consorzio Milano,...

Gaza, tregua e ostaggi: nuovo round negoziati Israele-Hamas al Cairo

Dall'Italia e dal MondoGaza, tregua e ostaggi: nuovo round negoziati Israele-Hamas al Cairo

(Adnkronos) – Nuovo round di negoziati oggi al Cairo finalizzati a raggiungere un accordo di cessate il fuoco tra Israele e Hamas nella Striscia di Gaza e il rilascio degli ostaggi ancora trattenuti nell’enclave palestinese. Lo scrive il quotidiano egiziano Al-Qaher citando ”una fonte della sicurezza egiziana” a condizione di anonimato.  

I colloqui puntano a ottenere una tregua di sei settimane nelle operazioni israeliane a Gaza in cambio della proposta di liberazione di 40 dei circa 130 ostaggi ancora detenuti da Hamas e dai suoi alleati nella Striscia. 

Aggressione con coltello e un ferito alla stazione centrale degli autobus di Be’er Sheva in un sospetto attacco terroristico. Ucciso l’attentatore. A quanto riferisce Ynet, che parla di “panico alla stazione”, un testimone oculare avrebbe riferito che il terrorista sarebbe sceso da una navetta, in abiti civili, già armato di coltello, e avrebbe pugnalato un giovane. Subito dopo sarebbe stato ucciso da militari accorsi sul posto. “Il terrorista era all’interno della stazione degli autobus. All’improvviso si sono sentiti gli spari e tutti hanno iniziato a correre”, ha spiegato un altro testimone.  

I medici hanno curato sul luogo dell’aggressore un uomo di 20 anni che era stato accoltellato e che poi è stato trasferito in ospedale. Il ferito è un ufficiale delle Forze di difesa israeliane. Il militare è stato portato all’ospedale Soroka con ferite al braccio, ha detto il servizio di ambulanze di Magen David Adom. Le sue condizioni sono giudicate buone. 

I media israeliani hanno spiegato che l’aggressore era un giovane beduino e cittadino israeliano della regione desertica del Negev di cui Be’er Sheva è la città più grande. L’accoltellatore è stato poi identificato da fonti della difesa come Naji Abu Freh, 28 anni, residente nella vicina città beduina di Rahat. 

 

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles