mercoledì, 24 Aprile , 24

Voto Basilicata e liste, nel M5S torna il tema dei due mandati

Malumori su Conte? “Qualcuno forse non ha gradito controlli...

Con l’approvazione del Senato il Dl Pnrr è legge. Queste le misure

Patente a punti per i cantieri, norma su PagoPa...

Ok del Governo alle regole sull’intelligenza artificiale: fino a 5 anni di carcere per chi froda

Nordio: “Per chi danneggia falsificando attraverso la Ia scatta...

Giro d’Italia d’Epoca, 14 tappe in 13 regioni: si parte dalla Toscana

video newsGiro d'Italia d'Epoca, 14 tappe in 13 regioni: si parte dalla Toscana

Un viaggio lento nella bellezza, da nord a sud dell’Italia

Roma, 29 gen. (askanews) – Un viaggio lento nella bellezza, da nord a sud del Belpaese. Sono questo le 14 tappe del Giro d’Italia d’Epoca che, anche nella stagione 2024, attraverseranno 13 regioni italiane. Il calendario del nuovo anno è stato presentato a Roma, nel salone d’onore del Coni, alla presenza degli organizzatori delle tappe del circuito. Si parte dalla Toscana, dalla Lastrense (15-16-17 marzo Lastra a Signa) per poi attraversare tutte le regioni. Si pedalano biciclette d’epoca, per scoprire con lentezza il territorio italiano, il suo patrimonio artistico, storico, culturale ed enogastronomico.La presidente dell’associazione, Michela Moretti Girardengo, ha presentato le tappe del Giro d’Italia d’Epoca, appuntamenti non competitivi che rievocano un ciclismo d’altri tempi, ma anche itinerari cicloturistici alla scoperta del nostro paese: circa 1500 chilometri di territorio italiano. Ogni tappa accompagna il viaggiatore nelle terre di personaggi illustri, come Dante Alighieri, o San Francesco d’Assisi; di grandi campioni del ciclismo, come Costante Girardengo, Fausto Coppi, Gino Bartali; oppure che conducono in un viaggio nell’enogastronomia italiana, nelle terre del Lambrusco e del parmigiano; o dell’architettura, tra i trulli di Alberobello e il barocco siciliano. Borghi nascosti, castelli, colline, boschi, sono gli scenari delle quindici ciclostoriche del Giro d’Italia d’Epoca, dove la lentezza diventa una risorsa, per scoprire ciò che la modernità, con i suoi tempi, nasconde.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles