lunedì, Gennaio 30, 2023

Giuseppe Vijil Salici è il nuovo coordinatore MAIE in Honduras

Ultime Notizie

Morte Ludovico Di Meo, il cordoglio di Lonfernini e Beccari

Il comunicato Roma, 29 gen. (askanews) - La notizia della scomparsa del Direttore Generale della San Marino RTV Ludovico Di Meo, giunta improvvisa e assolutamente...

Juventus-Monza 0-2, Ciurria e Dany Mota affondano lo Stadium

Colpo dei brianzoli, vincono a Torino e scavalcano i bianconeri Roma, 29 gen. (askanews) - Allo Stadium il Monza fa il colpaccio e batte 2-0...

Morto Ludovico Di Meo. Ex Rai, era direttore generale di San Marino Rtv

Condusse al Tg1 l'edizione straordinaria dell'11 settembre Roma, 29 gen. (askanews) - E' morto Ludovico Di Meo, giornalista con una lunga carriera in Rai, direttore...

Very Important Peperoncino (Gangemi), presentazione in libreria Bocca a Milano

Lunedì 30 gennaio alle 17 Roma, 29 gen. (askanews) - Nel contesto ricco di fascino della libreria più antica d'Italia, la Bocca di Milano, viene...

Pd, Bonaccini: “Porte aperte ma Giarrusso prima si scusi”

ROMA – “Noi siamo una comunità aperta e accogliente, ma diamo e pretendiamo rispetto. Se Dino Giarrusso vuole iscriversi, prima di tutto si scusi...

Bamp: il cinema si impara a scuola

Domani al cinema America di Napoli al via il progetto Anec La Settima Arte spiegata ai giovani della Campania Inizia domani al Cinema America, la...

Nato a Tegucigalpa, originario di Capaci, provincia di Palermo

Roma, 11 gen. (askanews) – Giuseppe Vijil Salici è il nuovo coordinatore MAIE in Honduras.

Nato a Tegucigalpa, le sue origini risalgono a Capaci, provincia di Palermo in Sicilia.

Giuseppe ha completato i suoi studi post-laurea presso l’Università di Studi Superiori La Sapienza di Roma ed è professore universitario, insegna presso l’Università Nazionale Autonoma dell’Honduras (UNAH) nel Dipartimento di Stomatologia della Facoltà di Odontoiatria.

Ha una carriera letteraria che include racconti e romanzi, che gli è valsa vari premi nazionali e internazionali.

“Riavvicinare gli italiani e i discendenti italiani in Honduras con il proprio Paese, l’Italia, è il motivo principale che mi ha motivato a lavorare con il MAIE”, dichiara il neo coordinatore MAIE Honduras. “Attraverso il nostro lavoro il governo italiano capirà che anche in Honduras ci sono italiani che devono essere rappresentati in modo dignitoso”, conclude.

Soddisfatto Giuseppe Cacace, coordinatore MAIE per l’America Centrale: “Dopo la chiusura dell’Ambasciata d’Italia in Honduras, a causa delle folli scelte di governi di sinistra, la nostra comunità è stata abbandonata a se stessa. Con il MAIE vogliamo essere presenti e vicini ai connazionali residenti in Honduras, che anche se numericamente non rappresentano un’enorme comunità, sono comunque italiani che meritano di essere ascoltati. Saremo sempre dalla loro parte e attraverso i nostri parlamentari porteremo anche la loro voce nelle sedi istituzionali che contano”, assicura Cacace in conclusione.

continua a leggere sul sito di riferimento

Ultime Notizie

Morte Ludovico Di Meo, il cordoglio di Lonfernini e Beccari

Il comunicato Roma, 29 gen. (askanews) - La notizia della scomparsa del Direttore Generale della San Marino RTV Ludovico Di Meo, giunta improvvisa e assolutamente...

Juventus-Monza 0-2, Ciurria e Dany Mota affondano lo Stadium

Colpo dei brianzoli, vincono a Torino e scavalcano i bianconeri Roma, 29 gen. (askanews) - Allo Stadium il Monza fa il colpaccio e batte 2-0...

Morto Ludovico Di Meo. Ex Rai, era direttore generale di San Marino Rtv

Condusse al Tg1 l'edizione straordinaria dell'11 settembre Roma, 29 gen. (askanews) - E' morto Ludovico Di Meo, giornalista con una lunga carriera in Rai, direttore...

Very Important Peperoncino (Gangemi), presentazione in libreria Bocca a Milano

Lunedì 30 gennaio alle 17 Roma, 29 gen. (askanews) - Nel contesto ricco di fascino della libreria più antica d'Italia, la Bocca di Milano, viene...

Pd, Bonaccini: “Porte aperte ma Giarrusso prima si scusi”

ROMA – “Noi siamo una comunità aperta e accogliente, ma diamo e pretendiamo rispetto. Se Dino Giarrusso vuole iscriversi, prima di tutto si scusi...