giovedì, 18 Aprile , 24

Kuleba: più difesa aerea all’Ucraina senza indugi

Parla il ministro degli esteri ucraino a Capri per...

Draghi scalda atmosfera a Consiglio Ue (e soprattutto in Italia)

Pieno sostegno da Calenda, Salvini stronca governo ex banchiere Bruxelles,...

Navy Caiman Race 2024, una corsa epica sulle coste di Portovenere

L’emozione e l’avventura tornano a prendere vita sulle incantevoli...

Gli occhi delle donne dal carcere: la Santa Sede in Biennale

Alla casa circondariale in Giudecca il progetto Con i...

I trattori a Sanremo: vogliamo farci sentire e spiegare nostre ragioni

video newsI trattori a Sanremo: vogliamo farci sentire e spiegare nostre ragioni

Sul lungomare: contenti di essere qui, avanti con le proteste

Sanremo, 8 feb. (askanews) – Sette trattori del movimento “Riscatto Agricolo” si sono posizionati a Sanremo, sul lungomare, sulla passeggiata Trento e Trieste. Al presidio anche la mucca Ercolina, ormai simbolo della protesta degli agricoltori.Sono partiti ieri sera da Melegnano, nel milanese, verso le 20.30 – hanno raccontato – hanno viaggiato tutta la notte per arrivare qui dove sono accesi tutti i riflettori per una settimana. Scortati sempre dalle forze dell’ordine e accolti dalla solidarietà della gente, anche nella città dei fiori, racconta Angelo.”Ci ha fatto piacere che Amadeus abbia parlato di noi, abbiamo organizzato una spedizione in fretta, ci hanno dato la possibilità di parcheggiare a pochi passi dall’Ariston, credo non sia mai successo, siamo contenti”.Va bene anche senza salire sul palco di Sanremo, dicono: “È chiaro che se c’era la possibilità di salire sul palco era qualcosa in più ma già essere qui è importante, noi vogliamo solo farci sentire e far capire alla gente”. Domani forse arriveranno altri trattori dal Piemonte. “Noi andremo avanti con i presidi in Italia, e in tutta Europa, vuol dire che c’è qualcosa che non funziona: la direzione di questo programma d’agricoltura non va bene, bisogna addrizzare il tiro, o il nostro lavoro diventerà insostenibile. In Germania e Francia sono state già recepite alcune direttive nuove e sono con l’acqua al collo”.Amadeus ha fatto sapere che verrà letto un comunicato sul palco del festival per spiegare le loro regioni, ma gli agricoltori chiedono un incontro e sperano ancora di poter avere più visibilità.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles