venerdì, 12 Aprile , 24

Abruzzo, prima riunione Giunta, Marsilio: fiducioso sul lavoro

“Confronto e condivisione sulle sfide che ci attendono” Roma, 12...

Sicilia, Schifani: Moody’s alza il rating della Regione

“Premiato percorso di risanamento dei conti” Roma, 12 apr. (askanews)...

Marsilio: Abruzzo destinazione d’eccellenza del grande ciclismo

Concluso il Giro d’Abruzzo Roma, 12 apr. (askanews) – “L’Abruzzo...

Brescianini: grande onore il Wine ministerial meeting in Franciacorta

A Vinitaly 42 Cantine franciacortine, 27 con il Consorzio Milano,...

Il cavallo al centro del nuovo logo del Consorzio Vini Maremma Toscana

AttualitàIl cavallo al centro del nuovo logo del Consorzio Vini Maremma Toscana

Mazzei: immagine ancora più immediata che riporta subito al territorio

Milano, 26 mar. (askanews) – Un cerchio verde con al centro un grande cavallo nero su sfondo bianco: il Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana si presenta con un nuovo logo per rafforzare la comunicazione dei vini della Doc, puntando sul cavallo maremmano, uno degli elementi maggiormente identificativi della Maremma Toscana, “in grado di esprimere la natura forte e incontaminata” che caratterizza questo splendido territorio.

“L’idea di rinnovarci nasce dall’esigenza di dare alla nostra Doc un’immagine ancora più immediata che riporti subito alla connessione con il territorio” ha spiegato il presidente del Consorzio, Francesco Mazzei, aggiungendo che “i cavalli maremmani moderni, forti ma con uno stile più raffinato, sono il risultato dell’incrocio con razze di cavalli arabi, purosangue inglesi, spagnoli e berberi. Così come la viticoltura in Maremma, inizialmente basata sulle varietà più tradizionali, via via ha visto l’introduzione di nuovi vitigni internazionali – ha concluso Mazzei – che hanno consentito un miglioramento qualitativo diffuso della produzione dei nostri vini”.

Il colore verde scelto per il logo, realizzato dall’agenzia Angelini Design, vuole invece “richiamare il concetto di integrità e naturalità del territorio poiché la Maremma è uno dei territori più “green” della Penisola, con la pressochè assenza di attività industriali e bassissima antropizzazione”. Inoltre, circa il 44% dei vigneti maremmani sono condotti col metodo biologico o sono in conversione, un dato al di sopra della media toscana che si attesta al 38%. Infine in Maremma quasi il 45% del territorio è occupato da superfici boschive in un contesto ambientale variegato dove la biodiversità è un fattore acclarato, a cui si aggiunge uno dei mari più puliti d’Italia.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles