mercoledì, Dicembre 7, 2022

Letta lavora a mediazione: costituente inalterata ma primarie a febbraio

Ultime Notizie

Friuli Venezia Giulia: 50 beni confiscati alle mafie, 40 destinati

Correttamente utilizzati dagli enti assegnatari Roma, 6 dic. (askanews) - Una cinquantina di beni in gestione, 40 già destinati: 32 ai Comuni e 8 a...

Edgar Reitz a Roma, concerto per i suoi 90 anni a Goethe Institut

Il 15 dicembre, musiche de "L'altra Heimat" di Michael Riessler Roma, 6 dic. (askanews) - Il Goethe-Institut festeggia il 90esimo compleanno di Edgar Reitz con...

Cento anni dell’Aeronautica militare, Gen. Goretti: “I giovani voleranno e vivranno nello spazio”

ROMA – “Far capire cosa è l’Aeronautica militare e grazie al popolo italiano che ha contribuito a forgiare la Forza Armata. Cento anni di...

Ecofin, veto Ungheria al prestito per Ucraina: i due scenari

L'impegno verso Kiev sarà comunque rispettato, se necessario a 26 Bruxelles, 6 dic. (askanews) - A causa di un veto dell'Ungheria, il Consiglio Ecofin svoltosi...

Rifiuti, sindaci a Gualtieri: riveda scelta su termovalorizzatore -RPT

La lettera sarà firmata domani davanti al sito dell'impianto Roma, 6 dic. (askanews) - RIPETIZIONE CORRETTA NEL TESTO. I sindaci dei Comuni vicini ai...

De Meo (Fi) a Tripodi: rivedere riforma scuole europee Bruxelles

La sottosegretaria assicura massima disponibilità Roma, 6 dic. (askanews) - Bisogna rivedere la proposta di riforma delle scuole europee di Bruxelles. Lo ha detto Salvatore...

Al Nazareno si cerca trovare intesa per evitare scontro all’assemblea di sabato

Roma, 17 nov. (askanews) – Primarie anticipate ma fase costituente nei tempi previsti: sarebbe questo il compromesso a qui sta lavorando Enrico Letta per uscire dal muro contro muro tra chi chiede di scegliere il nuovo segretario già a fine gennaio e chi vorrebbe mantenere la data del 12 marzo già fissata.

Di fatto, se passasse questa mediazione, la “fase costituente” aperta anche agli esterni durerebbe fino a metà gennaio, come già stabilito, mentre si accorcerebbe il passaggio successivo, quello che prevede il voto del nuovo segretario prima tra i circoli e poi ai gazebo delle primarie. Tutto andrebbe fatto in tre-quattro settimane, anziché in due mesi, per arrivare a scegliere il nuovo leader il 12 o il 19 febbraio, a seconda di quando si faranno le regionali.

Il voto nelle regioni è un ostacolo a tenere prima la scelta del segretario, almeno questa è la motivazione che viene opposta a chi chiede vi fare le primarie già a fine febbraio. Dunque, considerando che le regionali dovrebbero essere a inizio febbraio, l’idea è di tenere le primarie per il 12 o il 19 dello stesso mese.

Potrebbe invece essere anticipato di un mesetto il termine per la presentazione delle candidature: si potrebbe porre come data ultima la fine di dicembre, anziché la fine di gennaio.

continua a leggere sul sito di riferimento

Ultime Notizie

Friuli Venezia Giulia: 50 beni confiscati alle mafie, 40 destinati

Correttamente utilizzati dagli enti assegnatari Roma, 6 dic. (askanews) - Una cinquantina di beni in gestione, 40 già destinati: 32 ai Comuni e 8 a...

Edgar Reitz a Roma, concerto per i suoi 90 anni a Goethe Institut

Il 15 dicembre, musiche de "L'altra Heimat" di Michael Riessler Roma, 6 dic. (askanews) - Il Goethe-Institut festeggia il 90esimo compleanno di Edgar Reitz con...

Cento anni dell’Aeronautica militare, Gen. Goretti: “I giovani voleranno e vivranno nello spazio”

ROMA – “Far capire cosa è l’Aeronautica militare e grazie al popolo italiano che ha contribuito a forgiare la Forza Armata. Cento anni di...

Ecofin, veto Ungheria al prestito per Ucraina: i due scenari

L'impegno verso Kiev sarà comunque rispettato, se necessario a 26 Bruxelles, 6 dic. (askanews) - A causa di un veto dell'Ungheria, il Consiglio Ecofin svoltosi...

Rifiuti, sindaci a Gualtieri: riveda scelta su termovalorizzatore -RPT

La lettera sarà firmata domani davanti al sito dell'impianto Roma, 6 dic. (askanews) - RIPETIZIONE CORRETTA NEL TESTO. I sindaci dei Comuni vicini ai...