venerdì, 30 Luglio, 2021

Natalia Paragoni: “Il passato mi ha insegnato ad essere più forte. Attraverso la scrittura ho esorcizzato le mie paure” | Intervista esclusiva

Ultime Notizie

Giustizia, cosa prevede l’accordo trovato in Cdm sulla prescrizione

ROMA (Public Policy) – Accordo raggiunto – giovedì in Cdm, dopo un'intera giornata di trattative tra i partiti – sulle modifiche da apportare alla...

Roma, cade da ponte Sisto: gravissimo un trentenne

L'uomo è stato trovato dai vigili del fuoco ai piedi di uno dei pilastri. Al vaglio dei carabinieri le immagini delle telecamere di...

Covid, adesso arrivano i no-tamp: “Evitano il tampone per non rovinarsi l’estate”

Dopo i no mask e i no vax si affaccia una nuova frontiera nell'universo no Covid continua a leggere sul sito di riferimento

Maresciallo morto dopo il calcetto, è giallo su quei 45 minuti prima del ricovero

Secondo l'Arma dei Carabinieri le lesioni sul corpo di Fasano sono compatibili con le manovre di rianimazione. Ma restano ancora troppi punti oscuri...

Sindaco Roma, prima sfida tra i quattro candidati. Enrico Michetti lascia il confronto

Dal Recovery Plan ai rifiuti fino ai poteri di Roma Capitale, i temi del dibattito tra Virginia Raggi, Carlo Calenda, Roberto Gualtieri e il...

Brave and Beautiful, anticipazioni dal 31 luglio al 6 agosto 2021: Suhan scopre chi è Cesur

Le anticipazioni italiane di Brave and Beautiful dal 31 luglio al 6 agosto 2021 ci svelano che ben presto la gioia di Suhan per...

Con “La vita secondo Naty” ha debuttato nelle librerie riscuotendo un successo straordinario. Pur sottraendosi all’etichetta di scrittrice, Natalia Paragoni ha deciso di mettersi a nudo raccontando la sua storia. Dal bullismo subito da adolescente, alla scoperta della passione del make-up, dalle mille insicurezze alla costruzione del rispetto per sé stessa, dal dolore di un aborto e di un amore tossico del passato alla conquista del grande amore e alla creazione del proprio futuro professionale e personale.

Proprio in questi giorni, Natalia ha presentato il suo libro in occasione della 24a edizione del Magna Grecia Awards & Fest. In questa intervista, rilasciata in esclusiva a SuperGuida TV, Natalia ci ha svelato di aver accettato la proposta da parte della casa editrice Mondadori. La Paragoni è riuscita oggi ad esorcizzare le sue paure e a farsi coraggio. Il passato le ha dato una lezione, ci dice. Ci ha raccontato anche degli episodi di bullismo che si è trovata a subire a scuola durante l’adolescenza.

Dopo essersi imbattuta in amori sbagliati, Natalia ha però finalmente trovato Andrea Zelletta, ex concorrente del Grande Fratello Vip. Tralasciando domande sulla vita privata, le chiediamo se come il suo fidanzato, le piacerebbe partecipare in futuro al reality. La sua risposta è decisa e non lascia spazio a dubbi: “Quando sono stata al Grande Fratello Vip gli autori mi avevano chiesto se io volessi partecipare. La mia risposta però è sempre stata negativa. Non rientra tra i miei obiettivi”. Poi prosegue: “Sono una persona che ama l’avventura. Probabilmente parteciperei a “Pechino Express” o all’”Isola dei Famosi”. E poi mi piacerebbe condurre un mio programma televisivo di make up”.

Abbiamo conosciuto Natalia grazie alla sua partecipazione a “Uomini e Donne”. Nel corso della chiacchierata, non potevamo non chiederle un suo ricordo di questa esperienza: “Sono stata contenta di aver partecipato a “Uomini e donne”. Uscivo da un periodo difficile e sei mesi prima della partecipazione avevo avuto l’aborto. Avevo abbandonato il lavoro per iniziare a lavorare come modella. “Uomini e donne” è stato il mio lancio nel vuoto ma mi è servito per cambiare aria e per conoscere persone. Mi ha regalato bellissime emozioni. Ho conosciuto poi il team di lavoro di Maria con cui siamo rimasti in buoni rapporti. Ci sentiamo spesso”. Intanto, dopo che le voci sulle sue nozze con Zelletta si erano fatte più insistenti, Natalia ha voluto fare chiarezza tramite i suoi social bollando la notizia come clamorosamente infondata. I fan della coppia dovranno attendere.

Natalia Paragoni, l’Intervista

Natalia, qualche mese fa è uscito il tuo libro “La vita secondo Naty”. Ti saresti aspettata tutto questo riscontro?

Non mi sarei aspettata questo successo. Di carattere tendo ad essere pessimista e penso sempre il peggio. Ho fiducia nelle mie capacità ma tendo sempre a restare con i piedi per terra.

La decisione di mettersi a nudo in questo modo quando è arrivata?

Mi è stata fatta una proposta da parte della casa editrice Mondadori. Non è stata una mia decisione. Dopo aver valutato la proposta ho deciso di accettare. Voglio sottolineare che a scriverlo è stata una ragazza a cui ho raccontato la mia storia. Dopotutto, io non sono né una lettrice, né una scrittrice.

Cosa hai provato a ripercorrere i traumi del passato? Attraverso la scrittura, sei riuscita ad esorcizzare le tue paure?

Sono riuscita ad esorcizzare le mie paure. Il passato mi ha insegnato ad essere più forte. Tutto quello che è successo mi è servito come esperienza. E’ stato difficile raccontarmi in un libro perché alcuni particolari li conoscevano solo i miei familiari, Andrea e i miei ex. Avevo paura del giudizio degli altri. Poi però ho deciso di condividere la mia storia con le persone per far conoscere una Natalia diversa dimostrando che non sono solo una beauty influencer.

Essere influencer ti porta anche a dover sfidare i pregiudizi.

Purtroppo ci sono ancora tanti luoghi comuni. Spesso mi sento chiedere “che lavoro fai” ma basterebbe a volte approfondire per capire che comunque anche il mestiere dell’influencer nasconde delle insidie.

Hai confessato di essere stata vittima di bullismo. In quel periodo, ti sei sentita sbagliata?

Mi sono sentita sbagliata in tante occasioni. Durante il periodo dell’adolescenza è difficile riuscire a distinguere il bene e il male e molto spesso ci si lascia influenzare dal giudizio degli altri. Sono stata presa di mira anche a livello fisico da persone che si facevano forza usando la violenza psicologica. Oggi guardando quelle persone però non posso che essere orgogliosa di me stessa.

Hai incontrato difficoltà nell’incontrare la solidarietà femminile. Oggi è ancora così? Continui ad avere più amici o hai anche amiche?

Ho sempre avuto solidarietà femminile perché sono dell’idea che le donne hanno una marcia in più. Non ho mai provato invidia tanto che quando incrociavo una bella ragazza cercavo di dialogare il più possibile. Mi sono sentita più apprezzata però dagli uomini che dalle donne. Infatti frequentavo più i ragazzi anche se a volte tendevano ad avere altre mire. Ad oggi però ci sono stati dei cambiamenti perché ho più amiche che amici.

Quando ti sei accorta di esserti imbattuta in un amore tossico?

L’ho capito un po’ tardi. Ci ho dovuto sbattere la testa. Noi donne soffriamo della sindrome della crocerossina e cerchiamo di voler cambiare gli uomini. Anche io ne ho sofferto rinunciando a volte a me stessa.

Dopo quell’esperienza è stato difficile ritrovare la fiducia negli uomini?

Sì. Infatti ho attraversato un periodo in cui i ragazzi mi vedevano come un “oggetto” e io facevo altrettanto. Ho provato un senso di disgusto per il sesso maschile. Incontrando Andrea, ho capito poi che gli uomini non erano tutti uguali.

Una pagina dolorosa è quella dell’aborto. Come hai affrontato quel lutto? Ti sentivi pronta per quel passo?

A 20 anni mi sentivo ancora immatura ma pensavo di avere tutto sotto controllo. Pensavo di essere pronta a diventare mamma tanto che quando ho abortito ci sono rimasta tanto male. Ho attraversato per due mesi un periodo di depressione ma poi licenziandomi ho cambiato vita.

Da esterna hai vissuto le dinamiche del reality quando Andrea era nella continua a leggere sul sito di riferimento

Ultime Notizie

Giustizia, cosa prevede l’accordo trovato in Cdm sulla prescrizione

ROMA (Public Policy) – Accordo raggiunto – giovedì in Cdm, dopo un'intera giornata di trattative tra i partiti – sulle modifiche da apportare alla...

Roma, cade da ponte Sisto: gravissimo un trentenne

L'uomo è stato trovato dai vigili del fuoco ai piedi di uno dei pilastri. Al vaglio dei carabinieri le immagini delle telecamere di...

Covid, adesso arrivano i no-tamp: “Evitano il tampone per non rovinarsi l’estate”

Dopo i no mask e i no vax si affaccia una nuova frontiera nell'universo no Covid continua a leggere sul sito di riferimento

Maresciallo morto dopo il calcetto, è giallo su quei 45 minuti prima del ricovero

Secondo l'Arma dei Carabinieri le lesioni sul corpo di Fasano sono compatibili con le manovre di rianimazione. Ma restano ancora troppi punti oscuri...

Sindaco Roma, prima sfida tra i quattro candidati. Enrico Michetti lascia il confronto

Dal Recovery Plan ai rifiuti fino ai poteri di Roma Capitale, i temi del dibattito tra Virginia Raggi, Carlo Calenda, Roberto Gualtieri e il...