giovedì, 21 Ottobre, 2021

Piero Gemelli con foto e storie immaginate al Pan di Napoli

Ultime Notizie

I teenager del K-pop: tutti in fila per entrare nel piccolo negozio all’Esquilino col mito di Squid game

In via dello Statuto tra MAS, magazzino del vintage ormai chiuso per sempre, e Regoli, corridoio di maritozzi con la panna, da oggi...

Blitz al liceo artistico in via di Ripetta: scuola occupata e alta tensione

È il terzo liceo in pochi giorni che interrompe le lezioni: 80 studenti hanno preso in mano la gestione. I poliziotti bloccano l'ingresso continua...

Gentile sindaco Gualtieri, vada a visitare la casa della memoria

In via San Francesco di Sales a Trastevere, vive e opera la Casa della Memoria e della Storia, che raccoglie le testimonianze dell'antifascismo. Merita...

Roma, Municipio II, Francesca Del Bello: «Servono 40 milioni per le strade»

È stata riconfermata con il 64% dei voti tra Parioli e Flaminio. Le richieste al Campidoglio: "Punto sul decentramento per fare manutenzione delle vie...

Paolo Ferrara: «Noi Cinque stelle logorati dall’aver governato Roma»

L'ex capogruppo M5S, rieletto con 955 preferenze, analizza la disfatta dopo cinque anni alla guida della città: "Forse è stato un errore aspettare che...

La Roma gioca in Norvegia, Mourinho pensa ancora alla Juventus e a Orsato

Domani sfida di Conference con il Bodø, ma il tecnico torna indietro: "Per fortuna non ho parlato a caldo. A freddo ci sarebbe tanto...

Piero Gemelli, la bellezza svelata. Fotografie e storie immaginate è il titolo della mostra che si terrà da domani, 9 ottobre, al PAN Palazzo delle Arti di Napoli, curata da Maria Savarese con Maria Vittoria Baravelli, “in collaborazione con l’Assessorato all’Istruzione, alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

Per la prima volta Napoli ospita uno dei più affermati fotografi italiani, un artista completo che sfugge a qualsiasi classificazione.

Nasce architetto, poi si trasferisce a Milano e intraprende la carriera di fotografo specializzandosi in beauty e still life, passione che lo ha portato a collaborare con “Vogue Italia” e con le edizioni estere di Condé Nast, realizzando campagne e immagini pubblicitarie per marchi internazionali come Gucci, Ferré, Tiffany, Lancôme e molti altri. Fotografa, ma crea anche sculture, disegni, oggetti che popoleranno le sue immagini e il suo mondo.

“Il suo approccio alla fotografia è più vicino e analogo a quello che seguirebbe un architetto per un progetto”, ha scritto di lui Natalia Aspesi. E ancora: “Più che un architetto fotografo è un architetto che ha scelto la scultura. Un uomo che crea opere con le cose e i corpi e li fotografa solo perché non può mostrare l’oggetto che amorevolmente immagina e costruisce”.

E in risposta a questo Gemelli riassume la sua visione di fotografia così: “Io non rubo l’attimo, non fotografo ciò che accade, ma ciò che vorrei accadesse”.

Gli oggetti come le donne vengono colte dall’obiettivo per quello che permettono a lui di vedere. La sua maggiore abilità è quella di giocare tra il senso della realtà e il senso della possibilità. Considera la bellezza ciò che dà equilibrio alle imperfezioni.

“Sono architetto di animo e di formazione, fotografo per passione e professione. Ritengo la bellezza l’equilibrio tra opposti ed imperfezioni. Cerco il dialogo tra istinto e progetto. Quando non fotografo disegno, faccio sculture e architetto nuove visioni di quel mondo nascosto dentro di me»

A Napoli saranno esposte oltre 100 opere, tra fotografie, disegni e sculture di fil di ferro. L’esposizione non sarà cronologica; analizzerà alcuni temi cardine della ricerca e del lavoro di Gemelli: il presente che ha un volto antico, l’ibridazione delle discipline, l’ambivalenza, il passare del tempo, la memoria che modifica il ricordo.

La mostra si avvale del Patrocinio della Camera Nazionale della Moda Italiana, in collaborazione con DMR GROUP insieme a SON e DGA; il catalogo sarà editato da Editori Paparo.

L’articolo Piero Gemelli con foto e storie immaginate al Pan di Napoli proviene da Notiziedi.

continua a leggere sul sito di riferimento

Ultime Notizie

I teenager del K-pop: tutti in fila per entrare nel piccolo negozio all’Esquilino col mito di Squid game

In via dello Statuto tra MAS, magazzino del vintage ormai chiuso per sempre, e Regoli, corridoio di maritozzi con la panna, da oggi...

Blitz al liceo artistico in via di Ripetta: scuola occupata e alta tensione

È il terzo liceo in pochi giorni che interrompe le lezioni: 80 studenti hanno preso in mano la gestione. I poliziotti bloccano l'ingresso continua...

Gentile sindaco Gualtieri, vada a visitare la casa della memoria

In via San Francesco di Sales a Trastevere, vive e opera la Casa della Memoria e della Storia, che raccoglie le testimonianze dell'antifascismo. Merita...

Roma, Municipio II, Francesca Del Bello: «Servono 40 milioni per le strade»

È stata riconfermata con il 64% dei voti tra Parioli e Flaminio. Le richieste al Campidoglio: "Punto sul decentramento per fare manutenzione delle vie...

Paolo Ferrara: «Noi Cinque stelle logorati dall’aver governato Roma»

L'ex capogruppo M5S, rieletto con 955 preferenze, analizza la disfatta dopo cinque anni alla guida della città: "Forse è stato un errore aspettare che...