sabato, 13 Aprile , 24

La Russa: aiutare le comunità di recupero, sono la risposta alle tossicodipendenze

Presidente Senato accoglie appello Lautari: “Anche Meloni sensibile” Pozzolengo (Bs),...

“Rwanda, Il Paese delle Donne”, documentario a 30 anni dal genocidio

Film di Sabrina Varani sarà proiettato il 16 aprile...

Abi, a marzo -2,6% prestiti a famiglie e imprese rispetto a un anno fa

I dati dell’ultimo rapporto mensile dell’associazione bancaria Roma, 13 apr....

Abi, prosegue diminuzione tassi. Sui mutui casa a marzo scesi a 3,79%

In calo sia quelli a medio/lungo termine che quelli...

Pitti Uomo, il total look di Herno non conosce più confini

video newsPitti Uomo, il total look di Herno non conosce più confini

Marenzi: “copriamo ogni categoria col nostro lusso mai urlato”

Firenze, 10 gen. (askanews) – La collezione uomo Herno Autunno Inverno 2024 è costruita sull’attuale contemporaneità, così variegata e omnicomprensiva, che vede l’uomo muoversi davvero a suo agio tra moda, praticità ed estetica.”Diciamo che andiamo in continuità sulla nostra collezione che però ha una categoria merceologica più ampia”, sottolinea il presidente di Herno, Claudio Marenzi. “Praticamente -continua- copriamo tutte le categorie e siamo andati con una nostra inclinazione naturale verso un’eleganza che ci appartiene ormai dall’inizio, dagli anni Quaranta. Abbiamo tolto: il togliere per far capire ancora di più i nostri punti di qualità, il nostro lusso e questo ci sta dando dei grandi risultati nel 2023 e anche nelle proiezioni del 2024″”Dalla rifocalizzazione iniziata ormai venti anni fa il progetto è diventato molto importante. Dai pochi milioni di fatturato del 2005 sfioriamo ormai i 200 milioni. Ma credo che il grande cambiamento c’è stato quando abbiamo ampliato le categorie merceologiche, senza perdere però il nostro Dna, e cioè producendo all’interno tutta la parte di ricerca e sviluppo, per cui tutto il prodotto nasce e viene industrializzato nella nostra fabbrica sul Lago Maggiore. Questo vale per la maglieria, per i pantaloni, per gli abiti, per le scarpe, tutto viene studiato al nostro interno, attraverso investimenti importanti sui macchinari e -conclude Marenzi- sulle persone in termini manifatturieri”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles