giovedì, 21 Ottobre, 2021

“Scaricare su imprese e fiscalità i costi del green pass è sbagliato”, dice Bonomi

Ultime Notizie

I teenager del K-pop: tutti in fila per entrare nel piccolo negozio all’Esquilino col mito di Squid game

In via dello Statuto tra MAS, magazzino del vintage ormai chiuso per sempre, e Regoli, corridoio di maritozzi con la panna, da oggi...

Blitz al liceo artistico in via di Ripetta: scuola occupata e alta tensione

È il terzo liceo in pochi giorni che interrompe le lezioni: 80 studenti hanno preso in mano la gestione. I poliziotti bloccano l'ingresso continua...

Gentile sindaco Gualtieri, vada a visitare la casa della memoria

In via San Francesco di Sales a Trastevere, vive e opera la Casa della Memoria e della Storia, che raccoglie le testimonianze dell'antifascismo. Merita...

Roma, Municipio II, Francesca Del Bello: «Servono 40 milioni per le strade»

È stata riconfermata con il 64% dei voti tra Parioli e Flaminio. Le richieste al Campidoglio: "Punto sul decentramento per fare manutenzione delle vie...

Paolo Ferrara: «Noi Cinque stelle logorati dall’aver governato Roma»

L'ex capogruppo M5S, rieletto con 955 preferenze, analizza la disfatta dopo cinque anni alla guida della città: "Forse è stato un errore aspettare che...

La Roma gioca in Norvegia, Mourinho pensa ancora alla Juventus e a Orsato

Domani sfida di Conference con il Bodø, ma il tecnico torna indietro: "Per fortuna non ho parlato a caldo. A freddo ci sarebbe tanto...

AGI – “Scaricare sulle imprese o sulla fiscalità generale e quindi sulle tasche dei cittadini il costo del green pass non mi sembra corretto”. Il presidente di Confindustria Carlo Bonomi, nel corso di Porta a Porta, prende posizione su uno dei temi più caldi delle ultime ore.

Avevamo una posizione molto decisa sul tema dell’obbligo vaccinale. Abbiamo preso coscienza che la politica ha fatto una scelta di non anadre verso l’obbligo vaccinale perché era una scelta dirompente. Il green pass rappresenta l’unico strumento per mettere in sicuerezza i luoghi di lavoro”, ha poi aggiunto.

Nessuna apertura, inoltre, sui costi dei vari test. “Il tampone è a carico del dipendente, le aziende hanno già sostenuto una serie di costi importanti per mettere in sicuerezza i luoghi del lavoro in accordo con governo e sindacati”.

Per Bonomi “ancora oggi muoiono 40 italiani al giorno, nell’ultimo mese 1.500 e dall’inizio della pandemia ne sono morti oltre 130.000. Ma sembra che ogni tanto il Paese se ne dimentica. Noi dobbiamo mettere in sicurezza la comunità e anche nei posti di lavoro dobbiamo introdurre norme di sicurezza”.

Poi una mano tesa verso il dialogo: “Se ci sono problemi, ci sediamo e li risolviamo. La soluzione è far ripartire il paese. Oggi riaprono i ristoranti, i cinema, i teatri e non possiamo mettere a rischio tutto questo”.

Il leader di confndustria, infine, è tornato anche sugli incidenti di sabato a Roma. “Il Paese si stava riprendendo da un momento drammatico e ci siamo trovati di fronte al problema delle materie prime, ai costi energetici schizzati alle stelle e anche a queste proteste che non condividiamo”.

continua a leggere sul sito di riferimento

Ultime Notizie

I teenager del K-pop: tutti in fila per entrare nel piccolo negozio all’Esquilino col mito di Squid game

In via dello Statuto tra MAS, magazzino del vintage ormai chiuso per sempre, e Regoli, corridoio di maritozzi con la panna, da oggi...

Blitz al liceo artistico in via di Ripetta: scuola occupata e alta tensione

È il terzo liceo in pochi giorni che interrompe le lezioni: 80 studenti hanno preso in mano la gestione. I poliziotti bloccano l'ingresso continua...

Gentile sindaco Gualtieri, vada a visitare la casa della memoria

In via San Francesco di Sales a Trastevere, vive e opera la Casa della Memoria e della Storia, che raccoglie le testimonianze dell'antifascismo. Merita...

Roma, Municipio II, Francesca Del Bello: «Servono 40 milioni per le strade»

È stata riconfermata con il 64% dei voti tra Parioli e Flaminio. Le richieste al Campidoglio: "Punto sul decentramento per fare manutenzione delle vie...

Paolo Ferrara: «Noi Cinque stelle logorati dall’aver governato Roma»

L'ex capogruppo M5S, rieletto con 955 preferenze, analizza la disfatta dopo cinque anni alla guida della città: "Forse è stato un errore aspettare che...