sabato, Gennaio 28, 2023

Taiwan, presidente Tsai si dimette da leader partito maggioranza

Ultime Notizie

Congo, Zakia Attanasio: non c’è guerra meno importante dell’altra

La moglie dell'ambasciatore Attanasio a vigilia del viaggio del Papa Roma, 28 gen. (askanews) - La visita del Papa nella Repubblica democratica del Congo come...

Vandali contro sedi diplomatiche Italia, Tajani: subito chiarezza

Imbrattata parete a Barcellona, incendiata auto diplomatico a Berlino Roma, 28 gen. (askanews) - Il ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale comunica che...

La strage stradale a Roma scuote la campagna elettorale nel Lazio

La morte dei 5 giovanissimi nell'incidente notturno a Roma irrompe nella sfida, tutti i candidati prendono impegni Roma, 27 gen. (askanews) - Cinque giovanissimi morti...

Sipario sui sondaggi, ultime due settimane sprint in Lombardia

Fontana prudente, Majorino vede rincorsa, Moratti corteggia indecisi Milano, 27 gen. (askanews) - A 15 giorni dall'apertura dei seggi delle regionali in Lombardia è calato...

Disgelo Italia-Francia, impegno comune per sostegno a Ucraina

Crosetto ha incontrato il ministro della Difesa francese Lecornu: "sintonia perfetta e cooperazione forte" Roma, 27 gen. (askanews) - Incontro al vertice, oggi, a Roma...

Tg Politico Parlamentare, edizione del 27 gennaio 2023

LEGGI RAZZIALI ATTO CRUDELE DEL FASCISMO “Il regime fascista, nel 1938, con le leggi razziali agì crudelmente contro una parte del nostro popolo”. Lo ha...

Dopo schiaffo elettorale nelle locali vinte dal Kuomintang

Roma, 27 nov. (askanews) – La presidente taiwanese Tsai Ing-wen si è dimessa da leader del partito di maggioranza, il Partito democratico progressivo, dopo che le elezioni locali di ieri hanno segnato una vittoria della formazione di opposizione, il partito nazionalista Kuomintang. Resta tuttavia presidente e lo sarà fino al termine del suo secondo mandato, a inizio 2024.

“I risultati elettorali non erano attesi”, ha detto Tsai in una conferenza stampa. “Mi assumo – ha continuato – tutta la responsabilità e mi dimetto come presidente del DPP immediatamente”.

Il DPP ha tenuto solo cinque dei posti di sindaco dei sette che controllava dopo le elezioni locali del 2018 e su un totale di 21. Il Kuomintang, dal canto suo, ha ottenuto il successo in 13 governi locali, perdendone uno a favore di una terza formazione. Ma soprattuto ha riconquistato Taipei, la capitale, oltre che l’altra più importante corsa, quella di Taoyuan.

A votare sono andati oltre 19 milioni di elettori per 11mila posizioni di governo locale.

Sindaco di Taipei è stato eletto Chiang Wan-an, pronipote del fondatore della Repubblica di Cina (Taiwan) e generalissimo Chiang Kai-shek.

“Questa è non solo una vittoria del Kuomintang, ma una vittoria più importante per il popolo di Taiwan, per la democrazia di Taiwan e per tutto il campo non verde”, ha detto Eric Chu, il leader del Kuomintang.

Tsai aveva dipinto le elezioni locali come un referendum nei suoi confronti e un test di tenuta rispetto alle pressioni della Cina, che intende riportare sotto la sua sovranità l’isola che considera una “provincia ribelle”.

Dal canto suo, il Kuomintang ha ormai abbandonato da tempo la dura ostilità nei confronti di Pechino e anzi ha una posizione più morbida. Certamente non ha i toni spesso piuttosto indipendentisti rispetto al continente che ha invece il partito di Tsai.

Nella sconfitta elettorale demo-progressista è caduto inoltre anche il referendum sull’emendamento della costituzione che avrebbe portato all’abbassamento dell’età di voto a 18 anni. La consultazione non ha raggiunto il quorum e i taiwanesi dovranno continuare a recarsi alle urne per la prima volta raggiunti i 20 anni.

continua a leggere sul sito di riferimento

Ultime Notizie

Congo, Zakia Attanasio: non c’è guerra meno importante dell’altra

La moglie dell'ambasciatore Attanasio a vigilia del viaggio del Papa Roma, 28 gen. (askanews) - La visita del Papa nella Repubblica democratica del Congo come...

Vandali contro sedi diplomatiche Italia, Tajani: subito chiarezza

Imbrattata parete a Barcellona, incendiata auto diplomatico a Berlino Roma, 28 gen. (askanews) - Il ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale comunica che...

La strage stradale a Roma scuote la campagna elettorale nel Lazio

La morte dei 5 giovanissimi nell'incidente notturno a Roma irrompe nella sfida, tutti i candidati prendono impegni Roma, 27 gen. (askanews) - Cinque giovanissimi morti...

Sipario sui sondaggi, ultime due settimane sprint in Lombardia

Fontana prudente, Majorino vede rincorsa, Moratti corteggia indecisi Milano, 27 gen. (askanews) - A 15 giorni dall'apertura dei seggi delle regionali in Lombardia è calato...

Disgelo Italia-Francia, impegno comune per sostegno a Ucraina

Crosetto ha incontrato il ministro della Difesa francese Lecornu: "sintonia perfetta e cooperazione forte" Roma, 27 gen. (askanews) - Incontro al vertice, oggi, a Roma...