giovedì, 16 Maggio , 24

Roma, attivisti imbrattano vetrine di via Condotti: in 13 bloccati da polizia locale

(Adnkronos) - Pattuglie della polizia locale di Roma...

La maledizione del Superbonus, impossibili modifiche a costo zero: chi paga?

(Adnkronos) - Quando una misura economica nasce male,...

Fedez non sarà ospite in nuovo programma Cattelan in Rai, ecco perché

(Adnkronos) -  Fedez non sarà ospite del nuovo...

Maltempo Nord Italia, è ancora allerta: emergenza in Lombardia e Veneto

(Adnkronos) - Il maltempo sferza il Nord Italia....

Vino, novità in casa Maso Martis: a giugno esce “Trentodoc Brut Nature”

AttualitàVino, novità in casa Maso Martis: a giugno esce "Trentodoc Brut Nature"

Chardonnay in purezza: 10mila bottiglie del 2021 e 350 magnum del 2020
Milano, 8 mag. (askanews) – In casa Maso Martis è nata una nuova referenza: si tratta del “Trentodoc Brut Nature”, un Metodo Classico da Chardonnay in purezza che arriverà sul mercato a giugno con 10mila bottiglie del millesimo 2021 e con 350 magnum dell’annata 2020.
“I consumatori richiedono sempre più una bevuta decisa, fresca, che possa accompagnare tutte le occasioni e così abbiamo deciso di interpretare in maniera ancora più incisiva il nostro Blanc de Blancs, che racchiude tutta la freschezza dello Chardonnay di collina” ha spiegato Alessandra Stelzer, figlia dei fondatori Antonio e Roberta Stelzer, che oggi guida la Cantina di Martignano (Trento) insieme con la sorella Maddalena.
Uno bollicina Pas Dosè dunque che, a partire dalla fascia di prezzo e dalla sua immediatezza in bocca si presenta in modo “smart”, offrendo però a garanzia non solo il saper fare della pluripremiata Cantina ai piedi del Monte Calisio e il valore aggiunto del millesimato, ma anche il carattere secco e armonico e la vivace acidità delle uve che questo vitigno internazionale a bacca bianca regala in terra trentina. Alla pressatura soffice delle uve intere, seguono serbatori d’acciaio, e l’imbottigliamento nella primavera successiva la vendemmia con l’aggiunta di lieviti, sui quali questo vino riposa per un minimo di 24 mesi prima della sboccatura.
Maso Martis, che ha appena preso in affitto un nuovo ettaro coltivato a Chardonnay vicino alla Cantina, conta su 12 ettari vitati a conduzione biologica di proprietà, a cui si sommano un 30% di uve conferite, per una produzione annua che si aggira intorno alle 100mila bottiglie, vendute per il 95% in Italia e per il resto all’estero (Europa, Giappone, Stati Uniti).

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles